Mobilità Sostenibile

Il Gruppo Volkswagen pioniere di una visione circolare
Mobilità sostenibile

Il Gruppo Volkswagen pioniere di una visione circolare

Il Gruppo Volkswagen punta in alto, oggi è pioniere di una visione che si focalizza sulla sostenibilità dell’intero ciclo di vita della e-mobility.

La responsabilità e la coerenza del Gruppo è massima, ogni aspetto legato alla vita delle automobili elettriche è oggetto di innovazione e deve rispettare una logica secondo cui bisogna proteggere il futuro ed il clima.

A Salzgitter, Germania, proprio nel mese di febbraio è entrato in attività il primo impianto del Gruppo Volkswagen per il riciclo delle batterie delle auto elettriche.


Qual è l’obiettivo?

L’obiettivo è quello di recuperare in maniera industrializzata materie prime preziose, come litio, nichel, manganese e cobalto; nel lungo termine si prevede un tasso di riciclo superiore al 90%.

La singolarità di questo impianto è che si procede con il riciclo esclusivo delle batterie che non possono essere destinate a nessun altro scopo.
Attraverso un'analisi, infatti, viene stabilito se l’accumulatore può essere ancora utilizzato in un sistema mobile di stoccaggio di energia, ad esempio in veste di stazione flessibile di ricarica rapida o robot mobile per la ricarica. Nel caso in cui l’esito fosse negativo, inizia l’innovativo processo di ricicloLithoRec”, che non richiede la fusione in altoforno.


Come si procede?

Si scarica e smonta la batteria, le parti esterne, come l’involucro in alluminio, i cavi in rame e la plastica sono recuperati e subito rimessi a disposizione del ciclo produttivo.
Il resto dei moduli viene pressato e ciò che ne deriva è una massa umida: il granulato. Quest’ultimo segue poi una serie di passaggi come: essicazione, setacciamento e passaggio su nastro magnetico; per giungere infine alla “conquista” della cosiddetta “polvere nera”.
La “polvere nera” contiene diversi materiali, ovvero litio, nichel, manganese, cobalto e grafite.

Arrivati a questo punto dell’impresa, il lavoro passa nelle mani di un partner specializzato nel settore chimico, che avrà il compito di separare i singoli componenti.
Sono pronti così per essere riutilizzati nel ciclo di vita di produzione di nuove batterie, senza aver perso un minimo della loro qualità originale.


Una visione “circolare”

L’impegno è degno di nota, e, rispetta in tutto la visione di un’azienda proiettata alla completa sostenibilità, dove, tra le parole d’ordine regna sicuramente il concetto di “economia circolare”.
E i risultati si vedono: per produrre una batteria da 62 kWh, utilizzando materiale riciclato ed elettricità proveniente da fonti rinnovabili si evitano almeno 1,3 tonnellate di CO2 al Pianeta.

La partnership con PLT puregreen

Questo è un percorso che punta alla sostenibilità completa della filiera, in cui rientra la partnership con PLT puregreen. Il Gruppo automobilistico tedesco ha scelto proprio PLT puregreen come partner preferito sul mercato nazionale per la fornitura di energia green a chi sceglie di acquistare un'auto elettrica Volkswagen della gamma ID.
La sinergia tra i due Gruppi è mossa da una visione comune: guidare verso un futuro sempre più sostenibile.

Scopri la Partnership

 

 

L'Italia del Sole

    Seguici su: