Green Factor

Vacanze post Covid-19: voglia di sicurezza e natura
Notizie Green dal Mondo, Greenlifestyle

Vacanze post Covid-19: voglia di sicurezza e natura

Tornare a poter viaggiare è senza dubbio una delle conquiste più attese dopo il lungo confinamento tra le mura domestiche, soprattutto perché coincide con il periodo estivo e con la possibilità di programmare finalmente qualche giorno di riposo e di spensieratezza. Ma come saranno queste vacanze in convivenza con il Coronavirus?

 

Vacanze post Covid-19: sicurezza e natura al primo posto

Ecobnb, una nota community del turismo rispettoso dell’ambiente, dell’economia e delle comunità locali, ha realizzato un interessante sondaggio per scoprire come l’esperienza dell’emergenza sanitaria sta cambiando il nostro modo di progettare le vacanze e vivere il turismo. I numeri ci parlano innanzitutto dell’importanza di mettere al primo posto la sicurezza; aumenta la richiesta di alloggi indipendenti provvisti di cucina che consentano di gestire in modo autonomo gli spazi e i momenti di convivialità e ridurre le occasioni di assembramento.

 

Vuoi viaggiare nel rispetto della natura?  Visita il nostro e-shop! >

 

Le destinazioni preferite risultano essere la montagna e la campagna a svantaggio del mare che quest’anno perde un po’ del suo appeal, forse a causa dell’ipotesi dei box in plexiglass per far rispettare il distanziamento sociale. Tra le mete più ambite salgono nella classifica delle richieste anche le vacanze nei parchi naturali.

Montagna, campagna o mare, quel che è certo è che cresce la voglia di starsene liberi in mezzo alla natura come fosse un piccolo risarcimento ai mesi trascorsi chiusi in casa.

 

Vacanze post Covid -19 all’insegna del turismo di prossimità

Secondo un sondaggio di Confturismo-Confcommercio, il sentimento di insicurezza e la crisi economica terranno a casa circa il 57% degli italiani; insomma, al posto delle vacanze solo turismo di prossimità, vicino casa e in luoghi non affollati. Una tendenza che porterà gli italiani fuori dalle solite tratte turistiche estive a scoprire la geografia preziosa delle nostre regioni. Un grosso rilancio anche per il cicloturismo che in Italia può vantare circa 50 mila chilometri di percorsi: aumentano infatti le richieste di pernottamento da parte di questi turisti che non vogliono solo andare in vacanza ma cercano un rapporto più stretto tra sé e la natura.

 

Bonus vacanze post Covid-19

Il Decreto Rilancio ha previsto un contributo fino a 500 euro per le spese sostenute per soggiorni in Italia; per ottenerlo è necessario che il proprio reddito ISEE non superi i 40 mila euro e sarà valido da luglio alla fine del 2020. L’80% del valore corrisponde a uno sconto sulla spesa di soggiorno e il restante 20% può essere portato in detrazione sull’imposta di reddito.

Vuoi organizzare le tue vacanze all’insegna del turismo rispettoso della natura? Scopri il nostro e-shop e passa alla mobilità sostenibile

 

VerdePiù - Energia conveniente di natura

    Seguici su: