Green Factor

Sosteniamo tutta la vita sulla Terra per un futuro migliore
Notizie Green dal Mondo, Greenlifestyle

Sosteniamo tutta la vita sulla Terra per un futuro migliore

Ogni anno il 3 marzo si celebra la World Wildlife Day, ossia la Giornata Mondiale della Natura Selvatica, istituita dall'Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2013. Una ricorrenza globale che focalizza l’attenzione di tutti i Paesi sul tema della biodiversità e sulla tutela degli ecosistemi naturali che rendono unico il nostro Pianeta. Quest'anno, la giornata dedica la sua massima attenzione alle foreste e agli ecosistemi minacciati dall'attività umana.

Attualmente, sono 350 milioni le persone che vivono all'interno o nelle vicinanze delle foreste, inclusi alcuni degli ecosistemi con più biodiversità al mondo. Le comunità indigene sono un esempio di come tra gli esseri umani e la natura ci debba essere una relazione simbiotica, non solo per il cibo, la necessità di riparo, l’energia che ne ricaviamo, ma per il benessere personale, l’identità culturale e il bisogno primario di vivere all’interno di reti sociali.

L’ambiente in cui viviamo non fa da scenario alle nostre esistenze, ne è parte integrante in modo inestricabile.

Vuoi restare aggiornato sulle news che pubblichiamo?  Iscriviti alla nostra newsletter >


La Giornata Mondiale del 2021 ci ricorda che la tutela degli ecosistemi selvatici è fondamentale per l’equilibrio biologico del Pianeta. La perdita di biodiversità è un fattore chiave dell'estinzione delle specie ed è in gran parte determinata dalla trasformazione dell'habitat causata dall'attività umana. Man mano che l'umanità aumenta, maggiore diventa la sua pressione antropica: serve sempre più terra per la produzione di cibo, lo sviluppo urbano o l’estrazione di risorse naturali. Quasi tre quarti della superficie terrestre è già stata trasformata: il ritmo della conversione e della perdita di biodiversità sta accelerando e molti scienziati avvertono che siamo nel bel mezzo di una "sesta grande estinzione" provocata dall'uomo.

E di quanto sia interconnessa la vita sul Pianeta, ce ne siamo resi conto proprio nel 2020, con l’ingresso nelle nostre vite del coronavirus: il cambiamento climatico, l’erosione di territori incontaminati hanno un impatto diretto sulla salute, sulla società e sull’economia.

Ma se gli esseri umani hanno il potere di plasmare qualsiasi ambiente, possono sfruttare questo stesso potere per arrestare la deriva intrapresa.

Ripensa il modo in cui consumi energia Richiedi una consulenza gratuita e  scopri l’energia green


Il ripristino della Terra è infatti l’obiettivo centrale della Convenzione delle Nazioni Unite per combattere la desertificazione, per porre un freno efficace alla perdita di natura, che erode le basi dell'esistenza umana e aumenta il rischio di future pandemie.

Mettere in pratica le indicazioni delle organizzazioni internazionali si può: un esempio da cui trarre ispirazione è la Grande Muraglia Verde nel Sahel, un'iniziativa guidata dall'Africa per combattere il degrado del suolo, la desertificazione, la siccità, i cambiamenti climatici e la perdita di biodiversità. Alla conferenza internazionale One Planet Summit, tenutasi a Parigi nel mese di gennaio, sono stati annunciati oltre 14 miliardi di dollari di nuovi finanziamenti per il progetto. Una chiara dimostrazione che quando l’umanità decide di collaborare insieme, è capace di immaginare e costruire un futuro nella sua versione migliore.

VerdePiù - Energia conveniente di natura

    Seguici su: