Green Factor

I consigli di 2 professioniste del benessere sui rimedi naturali
Bellezza Naturale, Greenlifestyle

I consigli di 2 professioniste del benessere sui rimedi naturali

Abbiamo intervistato Elisa Maria Capponi e Sarah Lucchetti, due professioniste della Naturopatia che in un’intervista doppia ci raccontano cosa sta cambiando e perché sempre più persone scelgono di vivere green per raggiungere il benessere e una maggiore armonia con la natura.

 

La natura è da sempre alleata del nostro benessere e sono sempre di più le persone che oggi ricorrono ai rimedi naturali per curare piccoli fastidi. Cosa sta cambiando secondo voi?

Elisa Maria: Sta cambiando profondamente la consapevolezza delle persone che iniziano a capire che deve esserci una maniera alternativa e sostenibile per vivere in maggiore armonia con il pianeta. Al maggiore benessere economico segue la ricerca di nuove consapevolezze ma piuttosto che rivolgere lo sguardo a un futuro che sembra incerto, stiamo preferendo ritornare alle radici, alla terra che da sempre ci nutre e ci sostiene, ricercando un dialogo i cui fili si sono spezzati, ma non del tutto, con l’avvento della modernità.

Sarah: Credo sia una conseguenza soprattutto dell’evidente insostenibilità dello stile di vita caotico di molti di noi. Per molti anni, cause e conseguenze dei disturbi sono state confuse e ci si è limitati a voler ottenere dei miglioramenti immediati, senza chiedersi se ci fossero dei messaggi dell’organismo dietro a un particolare malessere o disagio. La mia natura è ottimista e credo che questo cambiamento che è in atto derivi, non solo dal crescente bisogno di stare meglio, ma anche da un aumento della consapevolezza di molte persone.

 

Cosa significa vivere in modo naturale?

Elisa Maria: Vivere in modo naturale significa prima di tutto imparare di nuovo ad ascoltarsi ed entrare in dialogo con il proprio corpo, che è lo strumento con il quale dobbiamo affrontare l’avventura della vita. Significa ritagliarsi dei tempi a misura delle nostre esigenze per riposare, meditare, o semplicemente seguire una nostra passione, senza sensi di colpa e senza dover per forza seguire un ritmo dettato da qualcun altro. Non è sempre semplice da mettere in atto, pressati come siamo dagli impegni quotidiani, ma basta davvero molto poco per ritrovare il proprio dialogo interiore.

Sarah: Vivere secondo natura significa imparare a conoscere sé stessi e vivere nel proprio ritmo, riconoscere i propri bisogni, saper gestire le proprie emozioni e onorare la propria individualità. Imparando a rispettare stessi e prendendo consapevolezza di chi siamo, impariamo automaticamente a conoscere e rispettare l’ambiente che ci circonda, che non è affatto diviso da ognuno di noi.

 

Cos’è per voi la natura?

Elisa Maria: Si dice che ognuno abbia la propria natura, non è un caso. La natura non è un concetto definibile in maniera stretta, non è un paesaggio, un lago, un fiore, ma qualcosa di molto ampio che vive con noi, intorno a noi ma anche dentro di noi. È un po’ come uno specchio in cui possiamo riconoscere tantissime sfumature dell’anima umana. Anticamente, l’uomo viveva uno stretto rapporto con l’ambiente che lo circondava e questo gli consentiva di osservare e cogliere continuamente gli insegnamenti della natura. Ecco la natura per me è questo specchio fra noi e la nostra Terra, con tutto quello che contiene. Per questo spesso abbiamo delle preferenze, ci piace un profumo piuttosto che un altro, o una determinata pianta o albero, perché in qualche maniera si specchiano con la nostra essenza e si sorridono.

Sarah: La Natura per me altro non è che l’insieme di tutti noi esseri viventi presenti nell’ universo. Noi stessi, ognuno di noi, è la natura. La natura è evoluzione, crescita e, soprattutto, cambiamento. Ogni volta che ci opponiamo al cambiamento, noi ci stiamo in realtà opponendo alla Natura.

 

Consigliateci una pianta amica del benessere.

Elisa Maria: Una pianta meravigliosa, dalle molteplici proprietà e semplicissima da coltivare è la lavanda. La lavanda è conosciuta per il suo profumo che è un ansiolitico naturale, favorisce il sonno e il rilassamento nei bambini e non solo. È ottima da bere in infuso con la camomilla per favorire il rilassamento serale, si utilizza in cucina nella preparazione di biscotti alla lavanda, che racchiudono nella pastafrolla il profumo dell’estate, ma l’uso che maggiormente consiglio, il rimedio da tenete sempre con sé nella tasca, è l’olio essenziale. È un olio dalle molteplici proprietà, è lenitivo in caso di punture d’insetto e prurito, ben tollerato dalla pelle, diffuso nell’aria aiuta a far tornare la quiete e il buon umore ed è veramente potente in caso di scottature. Torna utile anche in caso mal di gola o di piccole lesioni da sistemare se non si ha sotto mano il disinfettante.

Sarah: La Borragine è una pianta che presenta fiori e foglie ricoperti da una leggera peluria non pungente e i cui fiori si riconoscono per il loro splendido colore blu molto acceso. Con i fiori si prepara un infuso molto efficace per stimolare la diuresi, purificare organi e tessuti e stimolare l’eliminazione delle tossine attraverso il sudore. Grazie al suo potere sudorifero si utilizza anche in stati infiammatori febbrili. Aiuta nel trattamento della ritenzione idrica e grazie al suo contenuto di mucillagini lenisce i fastidi della gola in presenza di tosse secca, per cui aiuta anche chi soffre di problemi respiratori dovuti alle allergie caratteristiche di questa stagione. I fiori si possono aggiungere anche all’insalata, così come le foglie più piccole e fresche, che sono tenere e gustose.

New call-to-action

    Seguici su: