Energia semplice

Perché dobbiamo passare tutti al mercato libero entro il 2020?
Consigli Energia

Perché dobbiamo passare tutti al mercato libero entro il 2020?

In risposta a una direttiva della Comunità Europea del 1996 che promuoveva la creazione di un mercato unico dell'energia in Europa, il 16 marzo 1999, con il Decreto Bersani, è cominciato il processo di liberalizzazione del mercato dell'energia elettrica in Italia. Fino a quel momento, il mercato dell'energia era stato sotto il monopolio di Enel che gestiva tutta la filiera: produzione, trasmissione, distribuzione e vendita. 

Il processo di liberalizzazione non ha riguardato la distribuzione e il servizio di trasporto che sono rimasti in regime di monopolio ma ha previsto l'estensione della  possibilità di produrre energia elettrica, incentivando gli impianti da fonti rinnovabili, e ha allargato progressivamente l'opportunità, a partire dai grandi consumatori, di acquistare energia sul libero mercato.

Scarica la scheda di approfondimento: 5 cose da sapere prima di passare al  mercato libero dell'energia>>

 

Grazie alla liberalizzazione, oggi, ogni consumatore può scegliere da chi acquistare energia elettrica e gas perché i fornitori possono entrare liberamente nel mercato, definire le proprie condizioni economiche e promuovere le proprie offerte in regime di concorrenza.

Il processo di liberalizzazione del mercato dell'energia si concluderà entro il 1° luglio 2020 con la scomparsa del mercato tutelato e tutti gli utenti che ora sono in regime di tutela dovranno obbligatoriamente passare al mercato libero

Per capire l'energia bisogna partire dalla situazione attuale del mercato e distinguere tra mercato libero e mercato tutelato. 

 

 

Che differenza c'è tra mercato libero e mercato tutelato?

La differenza tra mercato libero e mercato tutelato riguarda soprattutto la definizione dei prezzi e delle offerte.

Nel mercato tutelato i prezzi e le offerte sono stabilite dall'ARERA, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambienti: il prezzo viene definito trimestralmente sulla base dell'oscillazione del costo della materia prima al mercato dell'ingrosso.

Nel mercato libero le condizioni economiche e contrattuali sono stabilite dal fornitore di energia e il consumatore può decidere quale, tra le offerte in concorrenza, propone i prezzi più vantaggiosi per il proprio stile di consumo.

Vale la pena ricordare che, a parte la definizione del prezzo e delle offerte, non c'è alcuna differenza tra mercato libero e mercato tutelato a riguardo dei costi d'imposta, rete e contatore.

 

Entro quando si deve passare al mercato libero?

Il mercato tutelato è destinato a sparire entro il 1° luglio 2020, quindi, i consumatori che hanno sottoscritto un contratto in regime di tutela, entro quella data, dovranno obbligatoriamente passare al mercato libero, scegliere un fornitore di fiducia sia per la luce che per il gas.

I consumatori che sono in regime di tutela non dovranno aspettare il 1° luglio 2020 per effettuare il passaggio al nuovo fornitore ma potranno anticipare la loro scelta in qualunque momento, quando avranno trovato tra tutte le offerte proposte quella che riterranno più vantaggiosa per il proprio fabbisogno energetico.

 

Come passare al mercato libero?

Passare al mercato libero per molte persone è motivo di preoccupazione e di ansia perché ritengono che sia una procedura complessa e onerosa. Al contrario, lasciare il mercato tutelato e scegliere un nuovo fornitore tra quelli che si propongono sul mercato libero è facile, veloce e non costa nulla.

Il consumatore può comparare le diverse offerte proposte dai fornitori di energia, scegliere quella che ritiene migliore, contattare il fornitore bolletta alla mano e sottoscrivere un nuovo contratto. L'intera procedura verrà eseguita dal nuovo fornitore.

Nel passaggio dal mercato tutelato al mercato libero, il cliente non subirà alcun disagio perché nel passaggio non è prevista l'interruzione del servizio di erogazione e non sono necessari interventi sul contatore.

 

Quali sono i vantaggi del mercato libero?

Il cliente che decide di passare al mercato libero ha il vantaggio di poter scegliere offerte a prezzi vantaggiosi che spesso includono servizi e scontistiche che non sono previste nel mercato tutelato.

Mentre nel mercato tutelato il prezzo viene stabilito trimestralmente dall'ARERA sulla base dell'oscillazione del costo della materia prima al mercato dell'ingrosso, nel mercato tutelato il cliente può scegliere offerte a prezzo fisso e gestire più serenamente le spese di mantenimento della casa o della propria attività aziendale oppure offerte a prezzo variabile e risparmiare quando il costo della materia prima al mercato dell'ingrosso scende.

Infine, nel mercato tutelato i clienti non possono scegliere lo stesso fornitore per luce e gas, mentre, nel mercato libero, possono avere un solo fornitore referente per entrambi i servizi di erogazione.

 

Le offerte luce green del mercato libero

Tra i vantaggi del mercato libero ci sono anche le offerte luce green  che nel servizio tutelato mancano. Sono offerte competitive che permettono di risparmiare proprio come tutte le altre ma che si differenziano per la qualità dell'energia.

Si tratta, infatti, di energia prodotta da fonti rinnovabili che non inquinano l'ambiente e contribuiscono a preservare la natura e i suoi abitanti dai rischi del riscaldamento globale causato dalle fonti fossili.

Abbiamo visto come entro il 1° luglio 2020, per effetto della liberalizzazione del mercato dell'energia, tutti i consumatori dovranno passare al mercato libero e scegliere tra tutti i fornitori in concorrenza quello che propone la migliore offerta per le proprie esigenze. Chi è ancora nel mercato tutelato ha tempo fino a luglio 2020 per passare al mercato libero ma ogni data è buona per anticipare la scelta e ottenere prima tutti i vantaggi di una nuova offerta in libera concorrenza. Se sei interessato a passare al mercato libero ma non sai come affrontare questa scelta, scarica gratuitamente 5 cose da sapere prima di passare al mercato libero dell'energia, la nostra scheda di approfondimento che ti aiuterà a fare la scelta migliore.

New call-to-action

 

 Attiva VerdePiù >
New call-to-action

    Seguici su: