Energia semplice

Come leggere la bolletta della luce
Guide Energia

Come leggere la bolletta della luce

Leggere la bolletta da oggi sarà un’operazione molto semplice. Abbiamo preparato per te questa guida chiara e semplice per aiutarti a capire l'energia senza troppi tecnicismi e sigle complicate.

Ecco allora una spiegazione pagina per pagina indispensabile per leggere la bolletta della luce:


Prima pagina della bolletta luce

Nella prima pagina della bolletta, sia in formato digitale sia in formato cartaceo, sono riportate le seguenti informazioni:

1° Pagina bolletta luce

  • Numeri utili: tra i numeri utili trovi indicato anche il numero del distributore locale da contattare in caso di guasto.
  • Data di emissione: indica la data in cui è stata completata e inviata la bolletta da parte del fornitore di energia.
  • Periodo di riferimento: la bolletta è stata calcolata sulla base dei consumi riferiti al periodo indicato
  • Modalità RID: la dicitura appare se la bolletta è domiciliata con addebito SEPA.
  • Canone Tv: indica la rata periodica per il pagamento del canone di abbonamento alla televisione per uso privato, ossia appunto conosciuto più comunemente come Canone RAI (trovi il periodo di calcolo in dettaglio nella seconda pagina della bolletta). 
  • Dati Cliente: è riportato il Codice Cliente (ogni cliente ha un codice univoco assegnato dal proprio fornitore ed è utile da fornire in caso di richiesta di informazioni) e Codice Pin necessari per accedere all’app PLT puregreen e alla tua Area Risevata.
  • Tipologia di mercato di appartenenza: PLT puregreen è una società di vendita che opera nel mercato libero.
  • Stato pagamenti: puoi verificare se i tuoi pagamenti sono regolari.

“Entro il”: è riportato il termine entro cui effettuare il pagamento della bolletta luce.


L’importo della tua bolletta è troppo alto? Richiedi una consulenza gratuita e  scopri come risparmiare con le offerte luce green>


  • Sintesi importi fatturati
    • Spesa per la materia energia: questo importo comprende gli importi fatturati relativamente alle diverse attività svolte dal venditore per fornire i servizi al cliente finale.
    • Spesa per il trasporto e la gestione del contatore: questo prezzo comprende le componenti della tariffa di trasporto, distribuzione e misura.
    • Spesa per oneri di sistema: sono gli importi fatturati per la copertura di costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico o gas. Sono importi che devono essere pagati da tutti i clienti finali del servizio elettrico e servizio gas.
    • Ricalcoli: è la voce della bolletta della luce che comprende gli importi fatturati a debito o a credito. È una voce presente in bolletta quando vengono ricalcolati importi già fatturati in bollette precedenti per una modifica dei consumi o dei prezzi applicati. Può essere presente, se previsto, anche il Bonus Sociale.
    • Importo IVA: viene calcolato sul costo complessivo del servizio e l’aliquota varia a seconda del tipo di fornitura.
    • Costo medio unitario della bolletta: è il rapporto tra quanto complessivamente dovuto e la materia prima fatturata. Attenzione: il valore del costo medio non corrisponde al costo effettivo della materia prima in quanto risente della presenza di altri importi.
    • Costo medio unitario della spesa per la materia energia: è il rapporto tra quanto dovuto per la voce “Spesa per la materia energia” e la materia prima fatturata. Attenzione: questo valore non corrisponde al costo scelto nella fase contrattuale, perché possono essere presenti altri importi.

Seconda pagina della bolletta luce

Nella seconda pagina della bolletta luce trovi indicate le seguenti voci:

Seconda Pagina bolletta luce

  • Dati fornitura: tra i dati trovi il codice del tuo contratto, la tipologia di offerta che hai sottoscritto ed il tuo POD (o PDR in caso di fornitura gas).
    • POD: è un codice alfanumerico che identifica il punto fisico in cui l’energia viene consegnata dal venditore e prelevata da chi diventa cliente (per il gas il codice identificativo del punto di consegna e prelievo è il PDR).
    • Tipologia cliente: si specifica se si tratta di un contratto di fornitura di energia elettrica per un’abitazione, per un’attività commerciale o per un condominio.
    • Data di attivazione della fornitura: è la data in cui è iniziata la fornitura e può differire dalla data di stipula del contratto.
    • Frequenza di fatturazione: indica se la fatturazione è mensile o bimestrale.
    • Tipologia di offerta: è il nome relativo all’offerta sottoscritta.
    • Data inizio offerta: è la data di sottoscrizione del contratto.
    • Tipo di fatturazione: monoraria, bioraria o trioraria. Dipende dalla scelta fatta in fase di sottoscrizione del contratto ed è basata sulle fasce orarie.
    • Tensione di alimentazione: è il livello di tensione a cui viene trasmessa l’energia dalla rete elettrica.
    • Livello di tensione: la tensione può essere BT (bassa tensione), MT (media tensione) oppure AT (alta tensione). La differenza consiste nei chilovolt (kV) coinvolti: tra 30 e 150 kV si tratta di alta tensione, tra 1 e 30 kV è media tensione, se inferiore a 1 kV è bassa tensione.
    • Potenza contrattualmente impegnata (kW): è il livello di potenza definito al momento del contratto.
    • Potenza impegnata: è il livello di potenza (kW) effettivamente prelevato e rilevato dal contatore in ciascun mese.

 

L’importo della tua bolletta è troppo alto? Richiedi una consulenza gratuita e  scopri come risparmiare con le offerte luce green>

 

  • Storico consumi: mantieni sotto controllo i tuoi consumi ogni mese
  • Ricalcoli, questi si possono verificare nel caso si rendano disponibili le letture effettive ed i relativi consumi effettivi a seguito:
    - di precedenti bollette basate su letture stimate
    - di una modifica dei consumi dovuta ad esempio ad una ricostruzione dei consumi per malfunzionamento del contatore o ad un errore nel dato di lettura comunicato dal distributore
    - di una modifica dei prezzi applicati, ad esempio legati a specifiche sentenze del Tribunale amministrativo.
    (Il ricalcolo può dar luogo ad un saldo a debito o a credito del cliente)
  • Modalità di pagamento: Sono indicate tutte le modalità alternative con le quali puoi scegliere di pagare la bolletta.
  • PLT puregreen informa: PLT puregreen fornisce in questo paragrafo spiegazioni sulla bolletta luce, con informazioni generali a disposizione del cliente riguardanti modalità di pagamento, Bonus Sociale, interessi di mora, indicazioni sulle modalità di comunicazioni di reclami, rateizzazione del canone Rai.

 

Terza pagina della bolletta luce

Terza Pagina bolletta luce

  • Mix energetico

Sebbene si trovi in ultima pagina, il mix energetico è una parte importante da leggere della bolletta. La tabella che trovate riportata in bolletta indica quali sono le fonti primarie utilizzate per la produzione dell'energia elettrica venduta da PLT puregreen a confronto con la media nazionale delle fonti utilizzate da altri produttori di energia elettrica immessa nel sistema elettrico italiano.

È una parte importante da leggere soprattutto se avete scelto energia green prodotta da fonti rinnovabili e volete verificarne con certezza la provenienza alternativa alle fonti fossili.

Ti piacerebbe ricevere consigli preziosi per ridurre i costi della tua bolletta? Richiedi una consulenza gratuita e un nostro esperto dell’energia ti aiuterà a confrontare la tua tariffa con le nostre offerte luce green che sono tra le più convenienti sul mercato.

 

Richiedi consulenza

 

 

Richiedi una consulenza gratuita

    Seguici su: