Energia semplice

6 dritte per scegliere la tariffa dell'energia elettrica giusta
Consigli Energia

6 dritte per scegliere la tariffa dell'energia elettrica giusta

Grazie al mercato libero dell'energia tutti i consumatori possono scegliere il proprio fornitore di fiducia ma come ci si orienta tra le tante proposte del mercato e come si identifica la tariffa dell'energia elettrica giusta per i propri consumi?

Capire l'energia significa soprattutto fare la scelta più adatta al proprio stile di consumo e per aiutarvi abbiamo stilato una lista di dritte utili per trovare la tariffa dell'energia elettrica più in linea con le vostre abitudini in casa.

Vale sempre la regola che la prima forma di risparmio sulla bolletta di casa è utilizzare l'energia elettrica in modo intelligente, imparando a usare gli elettrodomestici in modo razionale, tenendo d'occhio la temperatura del riscaldamento e del condizionamento in casa e con altri piccoli accorgimenti. 

 

Scarica gratuitamente la nostra Guida al risparmio energetico e comincia subito a risparmiare sulla tua bolletta di casa

 

Il primo passo da compiere per trovare tra tutte le offerte quella con la tariffa dell'energia elettrica più conveniente è partire dall'analisi dei propri consumi: seguite le nostre 6 dritte e scegliere la tariffa giusta sarà più facile e veloce.

 

  1. Tariffa dell'energia elettrica: impara quanto consumi in un anno
  2. Confronta le voci di spesa della tariffa dell'energia elettrica
  3. Confronta la tua tariffa dell'energia elettrica sul Portale prezzi ARERA
  4. Valuta tra tariffa dell'energia elettrica a prezzo fisso o variabile
  5. Valuta tra tariffa dell'energia elettrica monoraria o bioraria
  6. Scopri le tariffe dell'energia elettrica green

 

1. Tariffa dell'energia elettrica: impara quanto consumi in un anno

Innanzitutto bisogna partire dall'analisi dei propri consumi e capire quanto si consuma in un anno. Il dato relativo ai consumi annui si trova nella bolletta della luce nella sezione “dati fornitura”.

Tariffa dell'energia elettrica: impara quanto consumi in un anno

Sapere quanto si consuma in un anno è un dato importante che può essere utile per quelle tariffe dell'energia elettrica che propongono sconti su vari livelli di consumo e per calcolare quanto si risparmia se si sceglie una nuova tariffa.

 

2. Confronta le voci di spesa della tariffa dell'energia elettrica

Per valutare la reale convenienza di una tariffa dell'energia elettrica bisogna sapere quali voci di spesa, tra tutte quelle presenti in bolletta, andare a confrontare. 

Nella sezione dei “Dettaglio importi” vengono indicati i costi sostenuti per i servizi di vendita: i servizi di vendita includono sia il costo dell'energia  che i servizi di fornitura. 

Confronta le voci di spesa della tariffa dell'energia elettrica

Nel mercato libero i costi relativi alla materia prima vengono stabiliti dal fornitore e qui si gioca la concorrenza e la convenienza delle offerte che propongono ai consumatori. 

 

3. Confronta la tua tariffa dell'energia elettrica sul Portale Prezzi ARERA

Dal 1° luglio 2018 i consumatori possono usufruire di un servizio offerto da ARERA, l'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente, che permette di confrontare in modo semplice e immediato tutte le tariffe e le offerte luce presenti sul mercato. 

 

4. Valuta tra tariffa dell'energia elettrica a prezzo fisso o variabile

I fornitori di energia propongono sul mercato tariffe dell'energia elettrica a prezzo fisso e a prezzo variabile e la domanda che tutti i consumatori si fanno è sempre la stessa: meglio fissa o variabile?

Nella tariffa a prezzo fisso il prezzo della componente energia viene fissato dal fornitore e resta lo stesso per tutta la durata del contratto di fornitura. Allo scadere del contratto, il fornitore propone una nuova tariffa e il cliente può scegliere se accettarla oppure no. Con la tariffa dell'energia elettrica a prezzo fisso si riduce il rischio di rincari ma si riduce anche la possibilità di usufruire di eventuali ribassi.

Nella tariffa a prezzo variabile il prezzo della componente energia varia sulla base di un meccanismo di indicizzazione. Per molti fornitori di energia del mercato libero l'indice di riferimento è costituito dal prezzo stabilito da ARERA ma ci sono anche fornitori che propongono ai clienti indici di riferimento propri che vengono descritti nel dettaglio al momento della sottoscrizione del contratto.

Meglio fissa o variabile? Dipende dal cliente, dalla sua valutazione del rischio. Alcuni preferiscono pagare lo stesso prezzo, evitare brutte sorprese in bolletta e sentirsi più sicuri; altri preferiscono invece pagare qualcosa in più e magari usufruire della possibilità di risparmiare se il prezzo dell'energia scende.

 

5. Valuta tra tariffa dell'energia elettrica monoraria o bioraria

Meglio monoraria o bioraria? Dipende dal cliente proprio come per la tariffa fissa o variabile e dipende anche dalle abitudini di consumo. 

La tariffa dell'energia elettrica monoraria ha un prezzo unico al kWh per tutti i giorni della settimana e per qualunque fascia oraria. È la tariffa giusta per chi consuma energia durante tutta la giornata senza particolari picchi di consumo.

La tariffa dell'energia elettrica bioraria ha un prezzo al kWh diverso a seconda dei giorni della settimana e delle fasce orarie di consumo. 

L'AEEGSI, Autorità per l'energia elettrica il gas e il sistema idrico, ha stabilito queste tre fasce di consumo:

  • F1 dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 19;
  • F2 dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 8 e dalle 19 alle 23;
  • F3 dal lunedì al venerdì dalle 23 alle 7, weekend e festivi.

L'energia costa di più durante il giorno e costa di meno nelle ore serali e nel weekend. È la tariffa giusta per chi trascorre fuori casa buona parte delle ore della giornata e concentra i consumi nelle ore serali.

 

6. Scopri le tariffe dell'energia elettrica green

I clienti del mercato libero hanno la possibilità di scegliere anche una tariffa dell'energia elettrica green ovvero possono scegliere come fornitore di fiducia un fornitore di energia prodotta da fonti rinnovabili non inquinanti. 

Le tariffe green sono molto vantaggiose e competitive e permettono di risparmiare sulle spese domestiche per l'energia proprio come le tariffe dell'energia elettrica prodotta da fonti tradizionali; hanno in più il valore aggiunto che si tratta di energia pulita che rispetta l'ambiente e protegge la salute delle persone dalle emissioni di sostanze inquinanti come la C02.

Scegliere una tariffa dell'energia elettrica green è una di quelle piccole azioni quotidiane grazie alle quali ciascuno di noi può contribuire alla tutela del pianeta; una piccola azione che ha una grande importanza soprattutto in questo momento storico, caratterizzato dall'inasprimento delle conseguenze del riscaldamento globale e della crisi climatica. 

Prima di sottoscrivere un contratto con un fornitore di energia green è sempre bene assicurarsi che l'energia acquistata sia davvero green al 100% come quella di PLT puregreen, certificata dalle Garanzie di Origine e dal mix energetico 100% da fonti rinnovabili. 

Scegliere una tariffa dell'energia elettrica a prezzo vantaggioso permette sicuramente di risparmiare ma non dobbiamo dimenticare che il risparmio comincia da un consumo responsabile, dall'attenzione agli sprechi e dalle buone abitudini in casa. Per iniziare subito a migliorare il tuo stile di consumo scarica gratuitamente la nostra Guida al risparmio in bolletta, metti subito in pratica tutti i nostri consigli e comincia a risparmiare sulla tua bolletta di casa. 

Guida al risparmio in bolletta

 

 Guida al risparmio in bolletta
New call-to-action

    Seguici su: