15 consigli per risparmiare sulla bolletta della luce

Capire l’energia elettrica è davvero importante: ci permette di scoprire da dove viene e come viene prodotta l’energia che arriva nelle nostre case, ci aiuta a capire meglio la bolletta, a sapere cosa paghiamo e a chi lo paghiamo, e, soprattutto, ci consente di ripensare le nostre abitudini quotidiane e risparmiare sugli sprechi. Un bel vantaggio sia dal punto di vista economico che ambientale.

In questo articolo vogliamo condividere alcuni consigli che ti aiuteranno a risparmiare sulla bolletta della luce, riducendo i consumi e tagliando i costi.

Bolletta della luce: come spendere di meno

La spesa per i consumi elettrici incide in modo importante sulla gestione economica della casa e può essere utile seguire alcuni semplici accorgimenti per vedere abbassata fin da subito la nostra bolletta:

  1. Sfruttare il più possibile la luce del sole;
    Sembra scontato, ma spesso ci dimentichiamo che possiamo svolgere tante attività grazie alla luce naturale, guadagnandoci in salute e benessere. Perché usare la luce artificiale se possiamo leggere e prendere il sole contemporaneamente?
  2. Sostituire le vecchie lampadine a incandescenza con le lampadine a led;
    Consumano il 75% in meno e durano molto di più!
  3. Spegnere le luci che non sono in uso;
    Spesso lasciamo accese delle luci solo allo scopo di “farci compagnia”. Gli esseri umani amano la luce, ma tenerla accesa mentre si guarda la tv fa male agli occhi e al portafoglio!
  4. Scollegare dalla rete elettrica tutti i dispositivi che non utilizziamo;
    L’utente medio paga in bolletta circa 50-60€ all’anno solo per finanziare le lucine rosse dello stand-by, e ci sono modi migliori di investire i propri soldi;
  5. Usare prese multiple con interruttore;
    …e ricordarsi di spegnere l’intera presa, risparmiando sullo Stand-by della ciabatta e di tutti gli apparecchi collegati;
  6. Sostituire i vecchi elettrodomestici con apparecchi a maggiore efficienza energetica;
    il risparmio che si può avere sostituendo un elettrodomestico spesso è altissimo: i sistemi di riscaldamento di una volta sono i primi che vanno sostituiti perché possono consumare migliaia di kWh. Subito dopo ci sono i grandi elettrodomestici, che negli ultimi 10 anni sono diventati sempre più efficienti. Una lavatrice classe A, per esempio, consuma la metà di una classe E.
  7. …Ma attenzione! La classe di efficienza delle lavatrici fa riferimento a uno specifico programma di lavaggio, quello ECO 40-60;
    Quindi cerca di usare sempre il programma ECO. Se non puoi, in generale, prediligi lavaggi a pieno carico, programmi veloci e a bassa temperatura, senza il prelavaggio.
  8. Usare anche la lavastoviglie con il programma ECO;
    … e se non è possibile, lava a pieno carico evitando il programma di asciugatura.
  9. Accendere lo scaldabagno poco prima dell’uso e spegnerlo appena non è più necessario;
    Si tratta infatti di uno degli elettrodomestici che assorbono più energia.
  10. Spegnere il forno prima di aver ultimato la cottura usufruendo del calore residuo;
    Allo stesso modo, gli esperti suggeriscono di spegnere il gas sotto la pentola dell’acqua per la pasta.
  11. Scongelare e cuocere i cibi nel forno a microonde;
    Con la sua rapidità di cottura, il microonde è una delle tecnologie che impattano meno in bolletta. Ricordi? In bolletta paghi una certa cifra per ogni chilowattora: la parola significa “mille watt per ogni ora” e vuol dire che il tempo di utilizzo è fondamentale per determinare quanti “chilowattora (o kWh)” troverai nella tua bolletta. Quindi, usare un forno microonde da 2000 Watt per 10 minuti è molto, molto più conveniente che usare un forno elettrico da 1000 W per 1 ora. Nel nostro esempio, il microonde consumerebbe 0,33 kWh, mentre il forno elettrico 1 intero kWh. Significa spendere il triplo!
  12. Impostare il pc in modalità risparmio energetico;
    Soprattutto se lo usi per lavorare da casa dovresti stare attento all’assorbimento di questo strumento essenziale.
  13. Accendere la stampante solo quando è necessario e poi spegnerla;
    Stampanti e scanner infatti tendono a “tenersi calde” consumando energia per essere pronte all’uso. Se non servono, tienile spente.
  14. Non tenere i caricabatteria dei telefonini attaccati alla corrente quando non sono in uso;
    Questa cattiva abitudine consuma poca energia, ma concorre al consumo generale della casa e soprattutto accorcia la vita utile di questi oggetti.
  15. Mantenere costante la temperatura del riscaldamento e del condizionamento
    Accendere al massimo il riscaldamento in una casa molto fredda è il modo più inefficiente di usarlo! La maniera veramente intelligente di usare questo strumento è tenere una temperatura moderata ma sempre costante. In questo modo il riscaldamento si accenderà solo quando è necessario, per poco tempo e con un livello di potenza basso, consumando di meno. La stessa cosa vale per il condizionatore d’aria d’estate!
    Ricorda che la temperatura del tuo ambiente è l’elemento che in percentuale impatta di più sull’efficienza energetica di una casa: ogni grado in più si sentirà anche in bolletta.
  16. Un suggerimento BONUS per pagare il meno possibile
    Non è un trucco, ma una caratteristica di quasi tutte le offerte. Peccato che solo pochi consumatori sappiano come approfittarne!  E tu, sai già se a casa tua l’energia elettrica ha un prezzo monorario, biorario o triorario? Potresti star perdendo centinaia di euro all’anno, solo perché hai un’offerta inadeguata rispetto alle tue abitudini di consumo.
    Il tema è più complesso di quello che sembra, ecco perché abbiamo dedicato un articolo (qui il link) a spiegare quali sono i vantaggi del prezzo monorario, quelli del prezzo a fasce, e come scegliere bene fra le diverse opzioni.

Impara a leggere la bolletta della luce

Per iniziare a risparmiare sui costi della luce il primo passo da fare è sempre imparare a leggere la bolletta, capire quali sono i consumi effettivi (e in quale orario si consuma di più) e poi cercare di migliorare le proprie abitudini seguendo i consigli che ti abbiamo indicato.

Sappiamo bene che leggere la bolletta può essere molto complicato perché ci si trova di fronte a diciture, sigle e voci di spesa che sono spesso incomprensibili e per questa ragione abbiamo realizzato un ebook facile e veloce con tutte le informazioni che vi servono.

Scarica gratuitamente “Bolletta senza segreti: imparare a leggerla per risparmiare” e comincia subito a risparmiare scegliendo l’offerta con il prezzo migliore per le tue esigenze. 

Se invece sei già esperto della bolletta e vuoi approfondire il significato di un termine specifico ti consigliamo la serie #ParoleEnergetiche presente sul nostro blog: un articolo per ogni parola specialistica del mondo dell’energia. Come un dizionario, ti aiuterà a orientarti ogni volta che dovrai agire sulla tua fornitura!

Leggi anche...